La patente è valida come documento di riconoscimento?

Autoscuola Montebello

Mettiamo alcuni punti fermi riguardo l'argomento.
Il Ministero dell'Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza si è espresso chiaramente al riguardo "Circolare del 25 Gennaio 2013 - Prot. n. 300/A/744/13/101/3/3/9 Roma, 25 gennaio 2013".
In essa viene chiaramente specificato (al paragrafo 2.3" Eliminazione dell'indicazione della residenza sulla patente") : ...Nonostante la mancanza di tale informazione, si precisa che la patente di guida rilasciata in Italia continua a mantenere, sul territorio nazionale, la natura di documento di identità personale.

Tra l'altro un superiore Decreto "D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 recante "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa" prevede che l'identità personale possa essere dimostrata con ogni documento munito di fotografia e rilasciato da un'Amministrazione dello Stato, e tra questi, è menzionata esplicitamente la patente di guida, infatti l'art. 35 così recita:
Documenti di identità e di riconoscimento
  1. In tutti i casi in cui nel presente testo unico viene richiesto un documento di identità, esso può sempre essere sostituito dal documento di riconoscimento equipollente ai sensi del comma 2.
  2. Sono equipollenti alla carta di identità il passaporto, la patente di guida,la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d'armi, le tessere di riconoscimento, purchè munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un'amministrazione dello Stato.
Da questi due riferimenti normativi, si evince chiaramente che la patente di guida (almeno sul territorio nazionale) è da considerarsi a tutti gli effetti un documento di riconoscimento.
Ultimo aggiornamento: